Mappa del sito
<div style="background-color: #ececec;"><a href="http://www.rsspump.com/?web_widget/rss_ticker/news_widget" title="News Widget">News Widget</a></div>

Liberamente. Ragazzi in Sella

 Modello 1)   SCHEDA ILLUSTRATIVA DEL PROGETTO (da allegare obbligatoriamente, utilizzando il modulo in formato elettronico disponibile sul sito internet)

 Titolo del progetto:

 LiberaMente. Ragazzi in sella

 Associazione di Promozione Sociale proponente:

      1.a  Associazione di Promozione Sociale capofila:

 Denominazione       E.n.d.a.s. Marche

Indirizzo                   Corso Giovanni Amendola, 26  – 60123 Ancona _

Nome referente       Burattini Marida

Recapiti: e-mail       endasmarche@libero.it  tel/ fax _071-203012 cell. 335-8373528

 1.b Associazioni di promozione sociale partner

 Denominazione       Sanidoc

Indirizzo                   Via Umani n. 1/A – 60131 Ancona

Nome referente       Tiranti Marco

Recapiti: e-mail        info@sanidoc______ tel/ fax 071-29129453 /29129456

 

MOTIVAZIONI del progetto:
Oggi molti giovani faticano a sviluppare un progetto di vita, vivono schiacciati sul presente, passando da un’esperienza frammentaria all’altra, senza riuscire a costruire un senso comune per la loro esistenza. Tale situazione di disagio sociale si manifesta in forma ancora più accentuata nei giovani con disabilità intellettiva e/o relazionale o motorie.

Va inoltre ricordata, come evidenziato da ricerche e studi, la fragilità della famiglia e, accanto ad essa, la frammentazione della comunità locale. Tutto questo porta di frequente ad un enorme e a volte drammatico bisogno di ascolto, e di trovare  figure adulte significative a cui rivolgersi.

 Sulla base di tali presupposti e in virtù della comune appartenenza all’Osservatorio regionale delle Associazioni di promozione sociale, ENDAS e SANIDOC individuano ancora una volta, nella cooperazione interassociativa la condizione preliminare per contribuire positivamente a migliorare tali condizioni di disagio, partecipando all’iniziativa proposta da Regione Marche.

 ENDAS e SANIDOC sono due associazioni che, in forma diversa e potenzialmente complementare, concorrono al mantenimento e all’innalzamento della qualità della vita nella nostra regione. La prima, promuovendo e coordinando una rete di circoli culturali, ricreativi, sportivi; la seconda, associando strutture socio-sanitarie per rendere più accessibili i servizi a tutte le fasce di utenze in particolare per i meno abbienti. In particolare si evidenzia come entrambi i due enti proponenti siano caratterizzati da un forte radicamento sociale, con una elevata integrazione fra elementi di coesione culturale e sociale, dialogo intergenerazionale, raccordo funzionale fra le dinamiche familiari e fattori specifici quali la cura psicocomportamentale, le attività culturali, sportive, ludiche.

L’esperienza maturata con l’implementazione del progetto “LiberaMente. Ragazzi in movimento” già finanziato dalla Regione Marche (nell’ambito della L.R. 9/2004-art 12, co. 2. DGR n. 845/2011 e DDPF n.14 PSI/2011. Contributi in favore delle Associazioni di Promozione Sociale per l’anno 2011), ha permesso di consolidare il rapporto tra le due Associazioni migliorandone l’integrazione delle rispettive competenze.

 Il potenziamento di tale esperienza presuppone la capacità di una progressiva espansione del proprio radicamento sociale, nel contesto della realtà socio-economica marchigiana e delle politiche che la Regione e il complesso delle Autonomie Locali determinano, in particolare secondo quanto definito nel Piano Sociale Regionale 2008-2010 “Partecipazione, tutela dei diritti, programmazione locale in un processo di continuità, stabilizzazione e integrazione delle politiche di welfare” (Deliberazione amministrativa dell’Assemblea Legislativa regionale n. 98/29.07.08).

 Seguendo il filo logico del percorso iniziato con il precedente progetto ENDAS e SANIDOC intendono proseguire il progetto precedentemente finanziato, con un intervento congiunto sul fronte delle problematiche giovanili ed in particolare a favore di persone svantaggiate in situazione di disabilità intellettiva e/o relazionale e delle loro famiglie con particolare riferimento alla pratica sportiva e ludica-motoria., attraverso il coinvolgimento di esperti (tra cui psicoterapeuti, fisioterapisti, terapisti della riabilitazione, insegnanti, istruttori di equitazione, animatori pony). La sfida è quella di sfruttare uno strumento potente come l'ippoterapia per far acquisire alle persone disabili la voglia di fare sport divertendosi e con il piacere di fare attività fisica. Inoltre, la pratica sportiva consente di maturare e rafforzare, in particolare tramite il rapporto con l'animale, la consapevolezza delle proprie capacità e identità in riferimento a se stessi, ma anche nell'inserimento in un contesto sociale, non sempre semplice per un disabile. Ovviamente, in questa ottica, fondamentale sarà la collaborazione delle famiglie dei ragazzi coinvolti, come singolo e anche come parte di una rete sociale che favorisca la diffusione dell’ippoterapia

 OBIETTIVI del progetto:

Obiettivo generale:

 Coinvolgere i ragazzi, nello specifico i giovani con disabilità, e le loro famiglie nella pratica ludico-sportiva dell'ippoterapia, affinché riescano a sfruttare tutte le potenzialità del contatto con un animale intelligente come il cavallo, che può essere amico e aiutare a sviluppare una maggiore consapevolezza di sé e ad inserirsi socialmente in maniera più positiva.

L'obiettivo principale è far sì che i ragazzi con disabilità di vario tipo e grado, abbiano pari possibilità d'integrarsi nella società rispetto ai normodotati grazie al supporto degli esperti, al contatto costante con gli animali, all'interazione con le famiglie e all’integrazione con cavalieri di pony normodotati.

 Sub obiettivi

Attraverso una attenta attività di sensibilizzazione capillare su tutto il territorio regionale, si cercherà di promuovere e far comprendere a tutti la pratica ludico-sportiva dell'ippoterapia, favorendo momenti di dimostrazione pratica e avvicinamento a tale disciplina. L’attività psicomotoria sarà incentrata sul mezzo cavallo per portatori di handicap psicofisico e soggetti in grave situazione di svantaggio ed emarginazione sociale che potranno svolgere l’attività ludico-sportiva dell'ippoterapia con altri ragazzi normodotati al fine di favorire e migliorare l’integrazione sociale.

Sfruttando l’esperienza acquisita durante lo svolgimento del progetto “LiberaMente. Ragazzi in movimento” in cui si è sviluppato e rafforzato un dialogo intergenerazionale assistito da esperti quali psicologi, nutrizionisti e insegnanti di varie discipline sportive, si cercherà di agire sull’interazione tra ragazzi ed esperti di ippica (personale specializzato equitazione per disabili mentali, terapisti della psicomotorietà a cavallo, istruttori federali equitazione disabili) tramite la pratica delle attività che puntino a rafforzare non solo la consapevolezza fisica, ma anche corporea dei ragazzi.

L’attività progettuale consisterà in una fase di sensibilizzazione e informazione, costituita dal confronto preliminare con l’Associazione regionale Anffass Onlus Marche utile a mappare i territori più caratterizzati da eventuali problematiche sociali, e a selezionarli in base all’articolazione territoriale di ENDAS e SANIDOC. Successivamente verranno promossi incontri territoriali con adolescenti con disabilità e non e famiglie, assistiti da psicologi e operatori specializzati, per ascoltare esigenze e suggerimenti. Di conseguenza le attività di animazione e partecipazione ai programmi ludico-sportivi  dell’ippoterapia e quelle di supporto psicologico verranno impostate in base alle diverse esigenze. Sono previste inoltre attività di monitoraggio del progetto a medio termine ed ex post, a conclusione. Si intende coinvolgere attivamente tra gli 80 e i 100 giovani con disabilità e non e circa altrettanti familiari

 Fasi, Tempi e Luoghi di svolgimento degli interventi

 a) Incontro con l’Associazione regionale Anffass Onlus Marche e relativa mappatura territoriale delle azioni di informazione e sensibilizzazione territoriali: 1 mese dall’avvenuta comunicazione dell’approvazione del progetto; b) incontri territoriali con giovani con disabilità e non e familiari da realizzare in accordo con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Arcobaleno Ancona e la F.I.S.E. Marche (Federazione Italiana Sport Equestri) finalizzati a stimolare la partecipazione in prima persona dei ragazzi e delle famiglie, affinché segnalino le proprie esigenze: 3 mesi; c) individuazione e avvio del programma riabilitativo personale fase sportiva che prevede l’integrazione con cavalieri di pony normodotati per favorire l’integrazione da realizzare in collaborazione con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Arcobaleno Ancona, F.I.S.E. Marche (Federazione Italiana Sport Equestri) e per alcuni soggetti sarà prevista la fase di inserimento lavorativo come cura del cavallo e dell’ambiente di maneggio c) ripetizione degli incontri di informazione e sensibilizzazione territoriali: 2 mesi; d) pubblicazione scritta e realizzazione di un prodotto multimediale sugli sulle attività del progetto e sulla sua replicabilità, da presentare con una conferenza stampa di valenza regionale: 1 mese.

 Altro 

 I tempi sopra indicati possono slittare in relazione ai tempi di pubblicazione delle graduatorie da parte della Regione e alla relativa comunicazione agli interessati. La durata operativa resterà tuttavia la stessa e ogni variazione dovuta ai fattori sopra indicati verrà tempestivamente comunicata alla Regione oltre che, naturalmente, ai ragazzi partecipanti all’iniziativa

 CONTENUTI del progetto:

    

 

Descrizione dettagliata delle azioni

Personale impegnato: n°, ruolo e mansioni

Inizio e termine delle attività

Eventuali soggetti partner coinvolti nelle azioni

Incontri con Anffass Onlus Marche e mappatura azioni di programma – predisposizione materiale di comunicazione e presentazione del progetto

1 coordinatore progetto

2 rappresentanti Enti proponenti

2 istruttori esperti

1 settembre 2012

30 ottobre 2012

Anffas – FISE – Associazione Arcobaleno

Incontri territoriali con adolescenti con disabilità  e famiglie

1 coordinatore progetto

2 rappresentanti Enti proponenti

2 istruttori esperti

2 animatori ludico-sportivi

1 novembre 2012

31 dicembre 2012

Anffas – FISE – Associazione Arcobaleno

Avvio attività sportive-ludiche-culturali dell’ippoterapia con supporto attività sperimentali tecnico-sanitarie

1 coordinatore progetto

2 rappresentanti Enti proponenti

2 istruttori esperti

5 educatori ludico-sportivi

2 operatori sanitari

1 gennaio 2013

31 marzo 2013

Anffas – FISE – Associazione Arcobaleno

Elaborazione risultati della prima fase attività, confronto con gli esperti

1 coordinatore progetto

2 rappresentanti Enti proponenti

2 psicologi

2 educatori ludico-sportivi

1 aprile 2013

30 maggio 2013

Anffas – FISE – Associazione Arcobaleno

Attività di analisi e elaborazione dei risultati con predisposizione di un report in formato multimediale

1 coordinatore progetto

2 rappresentanti Enti proponenti

2 psicologi

5 educatori ludico-sportivi

2 operatori sanitari

1 giugno 2013

30 giugno 2013

 

Presentazione dei risultati del progetto alla collettività

1 coordinatore progetto

2 rappresentanti Enti proponenti

 

1 luglio 2013

20 luglio 2013

Anffas – FISE – Associazione Arcobaleno

 INNOVATIVITA’

La caratteristica primaria del progetto LiberaMente. Ragazzi in sella, in continuità con le politiche sociali messe in atto dalla Regione Marche, è quella di aver scelto una particolare forma d'interazione tra ragazzi ed animali, l'ippoterapia, per sostenere lo sviluppo psico-motorio dei ragazzi disabili e la loro integrazione in un contesto sociale equo. L'ippica, inoltre, è di solito considerata uno sport di “elite”: il desiderio alla base del progetto, invece, spinge i suoi promotori a rivoluzionare il modo in cui essa viene concepita e far sì che questa disciplina divenga uno sport più accessibile per tutti e che, allo stesso tempo, sia uno strumento efficace perché i ragazzi – i disabili in particolare, come più volte evidenziato – rapportandosi ad uno splendido animale come il cavallo e seguiti da istruttori qualificati ed altri esperti, abbiano un orizzonte di possibilità ancora più ampio su cui fondare il proprio futuro, imparando a conoscere meglio se stessi e le proprie potenzialità.

 CO-FINANZIAMENTO SUPERIORE AL 20%

Il co-finanziamento del progetto è sostenuto in forma paritaria dai 2 enti ENDAS e SANIDOC e da sponsorizzazioni di Enti e Imprese.

CONTINUITA’ DELL’ATTIVITA’ PROGETTUALE

Se nella prima edizione del progetto ci si è rivolti all'integrazione sociale degli adolescenti portando nelle scuole e nei luoghi di aggregazione le opportunità offerte dall’attività sportiva, da una sana alimentazione e da molti altri aspetti socio- culturali, sperimentando con loro moduli di partecipazione attiva.

Con la seconda edizione del progetto, l'attenzione si focalizzerà sul disabile, specie se giovane, e sul suo spazio e ruolo nella società attuale e futura: uno spazio di cui merita di godere in tutti i modi possibili, così come è nelle potenzialità dei ragazzi normodotati.

 Il coinvolgimento dell’Associazione regionale Anffass Onlus Marche, dell’Associazione Arcobaleno Ancona e della F.I.S.E. Marche che operano da anni sul territorio regionale, e la riapertura del Centro Ippico Cittadella di Ancona in cui si potranno svolgere le attività ludico-sportiva dell'ippoterapia prevista per settembre 2012, potranno garantire la continuità del progetto stesso così come la creazione di buone pratiche ripetibili, anche a più ampio raggio.

 INCIDENZA DEL PROGETTO SUL TERRITORIO O SUI TERRITORI DI RIFERIMENTO

Le iniziative di informazione, che corredano il progetto, hanno anche la funzione di sensibilizzare l’opinione pubblica in sede locale e regionale, sulla promozione di inedite sinergie – fortemente ancorate alle specificità  socioeconomiche e culturali dei territori – fra Scuola, Reti di operatori privati e culturali, generazioni diverse, Ambiti territoriali sociali (ATS), a partire dalla novità rappresentata dalla collaborazione interassociativa di ENDAS e SANIDOC, nel rispetto delle indicazioni strategiche regionali in materia di Politiche Sociali.

 NUMERO DESTINATARI

 

Tipologia di destinatari coinvolti

Stima quantitativa

Giovani con disabilità e non

100

 

 

 

 

COERENZA CON LE POLITICHE REGIONALI

Il progetto LiberaMente. Ragazzi in sella, si caratterizza per una piena e attiva conformità agli indirizzi strategici regionali, in particolare per quanto attiene alle “azioni per lo sviluppo di relazioni, di solidarietà e di integrazione sociale sui territori”.Si tratta di una tipologia di intervento peraltro rispondente al ruolo centrale della famiglia, così come definito dagli atti della programmazione sociale regionale e dai Piani di ambito territoriale sociale, che nello specifico del progetto si prevede di coinvolgere attivamente sia nella fase preventiva che nelle valutazioni di medio termine.Il progetto dunque si anima pienamente della “strategia della partecipazione”, sociale e istituzionale, ispirandosi alla logica della sussidiarietà orizzontale (la società locale) e verticale (la tematica specifica degli  adolescenti con disabilità e non).

INCIDENZA DELL’INTERVENTO SULLO SVILUPPO DELL’ASSOCIAZIONISMO DI PROMOZIONE SOCIALE

Gli enti proponenti intendono continuare la sperimentazione di una alleanza innovativa fra strutture a forte caratterizzazione sociale, ENDAS e  SANIDOC per supportare le esigenze di particolare fascia sociale, tentando di costruire un più dinamico dialogo sociale bidirezionale e, in una parola, di rinsaldare legami sociali di forte valenza strutturale.  Il ruolo strategico di tali strutture associative offre la possibilità di cogliere l’importanza dell’associazionismo sociale, delle reti di relazioni solidali, quale fattori determinanti nella costruzione di soglie più elevate di convivenza e solidarietà civili.

PRESENZA DI FORME DI COLLABORAZIONE CON ALTRI ENTI

Il progetto prevede il coinvolgimento attivo dell’Associazione regionale Anffass Onlus Marche (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), l’Associazione Sportiva Dilettantistica Arcobaleno Ancona, F.I.S.E. Marche (Federazione Italiana Sport Equestri)   .

Modello 1  – sezione 2)  PIANO ECONOMICO

 

 

voci di costo

metodo di calcolo

costo previsto

 

Spesa relativa al personale

 

 

Personale esterno

 

 

Personale interno

 

 

Acquisto Servizi

 

 

Altro

 

 

Spese di progettazione  e consulenza      ( max 10 %)

 

 

Personale esterno

 

 

Personale interno

 

 

Altro

 

 

 

 

 

Spese viaggio, vitto e alloggio

 

 

Personale esterno

 

 

Personale interno

 

 

Volontari

 

 

Spese per acquisto di attrezzature, e materiale didattico, da specificare     (max 30%)

 

 

Spese per acquisto di beni strumentali indispensabili, da specificare            (max  40%)

 

 

   Spese minute e varie, da specificare   

    (max 3%)

 

 

 

     Costo totale del progetto 

 

 

Co-finanziamento dell’Associazione

(minimo 20%)

 

 

Altri finanziamenti

 

 

 

NOTA INTEGRATIVA

 

 






SANIDOC
Sede Amministrativa: Via Umani 1/a - 60131 Ancona
tel: 071-28.60.81 - email: info@sanidoc.it
C. Fisc. e P. IVA: 02387930429 - Tutti i diritti riservati - Privacy policy
Informativa utilizzo cookies
Powered by CNA Informatica