Mappa del sito
<div style="background-color: #ececec;"><a href="http://www.rsspump.com/?web_widget/rss_ticker/news_widget" title="News Widget">News Widget</a></div>

Bilancio Sociale 2015

Bilancio Sociale 2015
SaniDOC “Associazione di Promozione Sociale”

Introduzione del Presidente
Signori soci, signori sostenitori, signori simpatizzanti,
nell’obiettivo di un costante e continuo miglioramento, presentiamo il bilancio sociale 2015, che come già nel 2014 non lo riserviamo solamente ai nostri associati, ma lo divulghiamo, tramite il nostro sito, a chiunque ne voglia prenderne visione con lo scopo di far conoscere ad una platea più grande la nostra attività.
Se da un lato il bilancio economico mette in risalto l’aspetto dei numeri, riferiti alle entrate ed alle uscite economiche, il bilancio sociale è un’estensione della rendicontazione tradizionale ed ha l’obbiettivo di rendere più trasparente e fruibile l’attività svolta dalla nostra associazione nel periodo che va dal 1 Gennaio al 31 Dicembre del 2015.
In questo documento sono esposte anche le previsioni per l’anno 2016, facendo costante riferimento agli obiettivi di utilità sociale che l’associazione persegue, in quanto organizzazione iscritta all’albo delle Associazioni di Promozione Sociale della Regione Marche al numero 79 del 21 Ottobre 2009 ed avente riconoscimento prefettizio n. 266 del 29 Settembre 2009

Relazione
Signori Soci,
quale Presidente dell’Associazione SANIDOC, procedo alla lettura della presente relazione, redatta dal Consiglio Direttivo al fine di fornire indicazioni in merito all’attività svolta dall’Associazione nell’anno 2015.
Già l’anno scorso rilevammo il fatto che i sacrifici richiesti alle Regioni avrebbero determinato una ulteriore riduzione dell’offerta sanitaria e che già allora 9 milioni di italiani indigenti, visti i lunghi tempi di attesa, dichiaravano di non potersi curare.
E’ di pochi giorni fa la notizia che per la prima volta dopo 10 anni la speranza di vita alla nascita degli Italiani è diminuita subendo un decremento di 0,2 punti per gli uomini e di 0,3 per le donne. E’ pur vero che il decremento è minimo e riguarda solamente qualche mese, però anche se rimaniamo ancora un popolo tra i più longevi, questa battuta d’arresto può essere un segnale d’allarme.
Le riflessioni sono diverse: una è quella che il ciclo della vita anche se viene spostato in avanti ad un certo punto si conclude e prima o poi arriverà una mortalità più accentuata che purtroppo, attualmente, non viene sostituita dalle nascite; un’altra, ed è quella che a noi interessa maggiormente, è la forbice che tutt’ora esiste tra l’aspettativa di vita tra le diverse aree del paese (Nord-Sud) che porta alla luce una triste verità, dove ci sono più soldi si muore meno.
In un paese democratico, dove costituzionalmente la salute dei cittadini è tutelata, questo non deve succedere.
Ci sono ospedali dove tutti vorrebbero andare a curarsi, altri dove nessuno vorrebbe andare. Anche in questo caso tutti dovrebbero avere le stesse opportunità di accesso e cura.
Occorre quindi che lo Stato intervenga per riequilibrare la situazione ed intervenire fattivamente in settori oggi lasciati un po’ ai margini come la prevenzione, il miglioramento degli stili di vita.
E’ indubbio che la sostenibilità del sistema sanitario è sempre più precaria, la crisi che ancora attanaglia l’economia, una buona dose di sprechi e di risorse hanno fatto si che diventa sempre più difficile intervenire nelle criticità del sistema. Occorre quindi riaffermare alcuni principi che recuperano valori sociali fondamentali – quali il welfare. La finalità della tutela e delle garanzie sanitarie, di fronte ad uno stato che restringe sempre più la sua presenza e la sua azione, può prendere vita in enti non a scopo di lucro, come associazioni, società di mutuo soccorso, cooperazione, welfare aziendale, che hanno la capacità di mantenere a medio e lungo termine una credibilità etica e operativa necessaria a sostenere le politiche di sviluppo sociali e imprenditoriali. Qui trovano applicazione e sviluppo pratico sia le politiche di sostegno e tutela della salute dei lavoratori e le loro famiglie, sia le condizioni per un benessere che non dovrebbe essere un obiettivo ma uno stile di vita.
Sanidoc, ponendosi nell’ambito dell’associazionismo no-profit cerca di onorare la sua mission proprio su questo; rendere più agevole l’accesso alle cure a tutti cercando di mediare, con le strutture associate, tariffe accessibili a tutti e, quando possibile, impegnasi nella prevenzione, promuovere stili di vita salutari, alla “conservazione attiva” dello stato di salute diventato oramai un bene primario.
Sanidoc, convinta che la sanità pubblica sia un bene inalienabile, ha sempre cercato di interagire con questa cercando di integrarsi con essa, cercando di promuovere le opportunità che possono provenire dal privato, quello attento alle esigenze della popolazione, disponibile a proporsi con tariffe agevolate che possano alleggerire il sistema pubblico che invece, dal canto suo, deve dare le risposte importanti, quelle che solo un sistema pubblico può dare in modo rapido e di qualità.
Sotto questo aspetto nel Febbraio del 2015 abbiamo firmato una convenzione con l’Asur Marche basata sull’esperienza fatta con l’Azienda Ospedaliera Marche Nord per un tariffario privato all’interno delle strutture pubbliche riservato ai nostri associati, ma mai partito e non per nostra volontà.
Continua invece l’esperienza con l’Azienda Ospedaliera Marche Nord per quanto riguarda la gastroenterologia, la diagnostica, il laboratorio analisi. Sempre nel corso dell’anno abbiamo presentato alla Regione Marche una piattaforma di collaborazione tra Sanidoc e le sue strutture sanitarie con il SSN per la riduzione delle liste di attesa. Anche in questo caso, pur essendo apprezzata l’iniziativa ad oggi non ci sono stati progressi.
Viste le difficoltà di interagire con la Sanità Pubblica, questa esperienza ci ha comunque servito, decidendo di agire da soli. Con la forte collaborazione delle nostre strutture sanitarie associate, a Giugno 2016 partiremo con un tariffario specialistico uniforme in tutta la Regione Marche. In questa esperienza, per la prima volta, Sanidoc, da soggetto passivo diventerà soggetto attivo. Nostra sarà infatti la ricerca e la messa a disposizione delle strutture associate delle equipe mediche, nostra sarà la proposta dei tariffari, nostra sarà l’organizzazione. Se l’esperienza, come ne siamo
certi funzionerà, sarà anche possibile ragionare, nel 2017, sull’attivazione di un Cup per le prenotazioni delle visite ai nostri associati.
Nel 2015, tra le nostre attività abbiamo continuato il nostro impegno sulla prevenzione con diverse iniziative, tra cui: Prevenire e curare il diabete, la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari, la prevenzione del cancro orale, la prevenzione sui disturbi specifici dell’apprendimento. Un ringraziamento va ai medici che a titolo gratuito si sono adoperati affinche’ queste iniziative avessero successo.
Anche nella progettualità sociale Sanidoc è stato molto attivo. Nel 2015 abbiamo terminato con successo il progetto regionale “Liberamente ragazzi insieme” ed abbiamo iniziato il progetto, che si completerà nel 2016 “Coeducare ad essere se”: questo progetto mira ad avvicinare i giovani al volontariato. Nelle giornate del 11 e 25 maggio, un gruppo di ragazzi entrerà in carcere per incontrare i volontari che operano all’interno dell’istituto e gli operatori che vi lavorano, gli incontri termineranno con il colloquio con i detenuti ristretti.
Siamo entrati come partner nel progetto europeo Med Programme “Trigger”, abbiamo presentato un progetto denominato “Birrificio sociale art.21” in partenariato con la Casa di Reclusione Barcaglione di Ancona per il reinserimento sociale ed occupazionale dei detenuti a fine pena. Questi due programmi sono ancora in fase di approvazione.
Nel 2015 abbiamo sviluppato notevolmente l’attività rivolta a Mutua Nuova Sanità arrivando a dare copertura mutualistica a circa 1100 soci (il numero preciso lo sapremo a fine Giugno).
A Giugno 2015, grazie alle agevolazioni della legge denominata jobs act, abbiamo trasformato il contratto a progetto della Dott.ssa Marchetti Francesca in assunzione a tempo indeterminato.
Un fatto molto importante è avvenuto a Luglio 2015 con l’entrata del Centro Servizi per il Volontariato della Regione Marche come Socio Fondatore di Sanidoc. Il Centro Servizi iscrive e coordina più di 1000 associazioni di volontariato delle Marche e questo fa capire l’importanza, la visibilità, le nuove potenzialità che esso da alla nostra associazione.
Con questo nuovo socio le potenzialità e la visibilità di Sanidoc si amplificano.
A nome del Consiglio Direttivo ringrazio tutti i soci Sostenitori, Promotori, Fondatori, a chi ci segue con grande pazienza la parte amministrativa ed a tutti coloro che con il loro supporto ci hanno dato la possibilità di realizzare tutto questo.
Il Presidente
Dott. Prof. Oliviero Gorrieri

La storia – profili e identità
Ogni associazione di promozione sociale che si rivolge alla comunità nasce per soddisfare uno o più bisogni manifestati dal territorio, non soddisfatti completamente da altri enti sia pubblici che privati. Così è stato per Sanidoc quando, nel 2008, alcuni piccoli imprenditori iscritti alla Cna di Ancona, manifestarono all’Associazione la difficoltà di eseguire visite sanitarie in tempi rapidi con l’Ente pubblico. Prendendo coscienza del problema sollevato dai suoi imprenditori e considerando che questo bisogno non era circoscritto esclusivamente al mondo imprenditoriale, ma a tutta la popolazione che, con la crisi economica che stava avanzando, vedeva erodere sempre più il proprio potere di acquisto trovandosi spesso in difficoltà per permettersi le cure nelle strutture sanitarie private visti i lunghi tempi di attesa della sanità pubblica.
L’idea fu quella di costituire un’Associazione a carattere volontario, apolitica e senza finalità di lucro per la promozione sociale dell’assistenza specialistica ambulatoriale pubblica e privata in modo di favorire le cure a tutte le fasce della popolazione ed in particolar modo a quelle socio-economicamente più vulnerabili.
La nascente Associazione in pochi mesi associò le principali Case di Cura private ed i Poliambulatori Specialistici più significativi della Regione Marche.
Nello stesso periodo un gruppo di Odontoiatri si accordò per redigere un tariffario dedicato ed uniforme su tutta le Regione Marche che, a tutt’oggi, rimane il più competitivo sul mercato ed usufruibile anche dalle fasce più deboli.
L’idea di Sanidoc fu apprezzata anche da altre importanti realtà della regione, tanto che oggi di Sanidoc fanno parte Associazioni come la CNA regionale, la Confederazione Italiana Agricoltura delle Marche, le Acli Marche, la Cooss Marche, il Centro Servizi del Volontariato.
Anche un’importante ente pubblico come l’Azienda Ospedaliera Marche Nord, ha convenzionato Sanidoc e dal 2012 dedica un’agenda riservata e sconti su visite private ai nostri soci. Anche con l’Asur Marche nel 2015 abbiamo firmato una convenzione per agevolare i soci Sanidoc che usufruiscono di visite private all’interno delle strutture pubbliche, ma attualmente la convenzione non è ancora attiva.

La missione
SaniDOC, In quanto Associazione di Promozione Sociale, persegue l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini.
In particolare SaniDOC si pone l’obiettivo di operare per garantire ai propri soci il miglioramento dei servizi socio-sanitari promuovendo interventi sempre più diffusi, integrati e adeguati nella qualità e nel prezzo a tutte le fasce di utenza e in particolar modo a quelle più deboli.
Centralità del socio: il soddisfacimento dei soci è la priorità che si pone SaniDOC, cercando di migliorare costantemente la qualità e diffusione territoriale dei servizi sanitari.
Partecipazione: tutti soci possono contribuire allo sviluppo dell’associazione e suggerire miglioramenti sia sulle modalità di intervento che nella qualità dei servizi sanitari. Affidabilità: l’associazione agisce all’interno del sistema sociale come soggetto credibile e attendibile, capace di offrire l’accesso ai servizi sanitari integrati all’interno della rete sanitaria costituita e selezionata sul territorio regionale. Partners I Partners di Sanidoc sono gli interlocutori che nelle varie forme contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi, cioè coloro che prestano, in varie forme, la loro opera in associazione; coloro che forniscono i servizi sotto forma di prestazioni sanitarie (soci promotori); coloro che usufruiscono delle prestazioni e dei servizi alla persona (soci sostenitori); i partners esterni. Struttura organizzativa
Il sistema di governo dell’Associazione è definito dallo Statuto il quale stabilisce la composizione degli organi, gli ambiti di competenza, le funzioni decisionali, esecutive e di controllo. Il funzionamento di Sanidoc è assicurato dall’azione di amministrazione e controllo esercitata da una pluralità di organi.
Sono organi di governo:
l’Assemblea il Consiglio il Presidente il Vice Presidente il Direttore
Soci
Al 31 Dicembre 2015, risultano 27.896 soci.

Comunicazione
Nel 2015, SaniDOC ha proseguito nell’impegno di migliorare e potenziare i processi di comunicazione interna ed esterna, rafforzandone mezzi e strumenti.
2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2015
Il sito web continua ad essere lo strumento principale di comunicazione e di informazione dell’associazione. Un ulteriore strumento di comunicazione è la newsletter che periodicamente viene inviata tramite e-mail. Iniziative In collaborazione con alcune strutture sanitarie associate, abbiamo promosso alcune giornate di prevenzione rivolte a tutta la popolazione.
Tali iniziative, che hanno avuto successo, per il 2015 hanno riguardato “prevenizione e cura del diabete, prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari, prevenzione del cancro orale, prevenzione sui disturbi specifici dell’apprendimento.
Le iniziative sulla prevenzione dovranno essere una costante nei prossimi anni visto la disponibilità delle strutture associate a collaborare su questo fronte.
Abbiamo effettuato, in collaborazione con Tecnomedical srl, due incontri di aggiornamento per fisiatri e fisioterapisti, con attribuzione di crediti Ecm.
Nell’ambito delle iniziative per una integrazione sempre maggiore tra Pubblico e Privato, Sanidoc ha proseguito la sua collaborazione con l’Azienda Ospedaliera Marche Nord, ha firmato la convenzione con l’ASUR Marche. Progettazione Anche nella progettualità sociale Sanidoc è stato molto attivo. Nel 2015 abbiamo terminato con successo il progetto regionale “Liberamente ragazzi insieme” ed abbiamo iniziato il progetto, che si completerà nel 2016 “Coeducare ad essere se”: questo progetto mira ad avvicinare i giovani al volontariato. Nelle giorni 11 e 25 Maggio 2016, un gruppo di studenti entrerà in carcere per incontrare i volontari che operano all’interno dell’istituto e gli operatori che vi lavorano, gli incontri termineranno con il colloquio con i detenuti ristretti.
Siamo entrati come partner nel progetto europeo Med Programme “Trigger”, abbiamo presentato alla Chiesa Metodista Valdese, che riserva alla progettazione sociale il suo 8×1000, un progetto denominato “Birrificio sociale art.21” in partenariato con la Casa di Reclusione Barcaglione di Ancona per il reinserimento sociale ed occupazionale dei detenuti a fine pena. Questi due programmi sono ancora in fase di approvazione.
ll Bilancio 2015 presentato nelle sue voci principali
Totale Attività: € 51.463,64 Totale Ricavi: € 159.894,87
Totale Passività: € 50.610,37 Totale Costi: € 159.041,6
Differenza: € 853,2
I componenti del Consiglio Direttivo hanno prestato la propria opera gratuitamente.

Attività 2016
Nel 2016 la nostra intenzione è soprattutto quella di continuare l’incremento delle adesioni e sotto questo profilo contiamo molto sull’azione di promozione che eserciteranno i nostri soci fondatori con i loro migliaia di iscritti, come contiamo anche in un buon risultato dell’attribuzione del 5×1000 dell’anno finanziario 2017 che, come quest’anno, possa darci la possibilità di continuare la sperimentazione investendo su risorse umane che in sedi diffuse sul territorio, individuano la presenza fisica di Sanidoc.
Dal punto di vista della promozione sociale è nostra intenzione organizzare sul territorio eventi rivolti alla popolazione riguardanti l’importante tema della prevenzione sanitaria.
Fatti di rilievo accaduti dopo la chiusura dell’esercizio 2015
Nel campo della progettazione sociale, abbiamo presentato come Associazione capofila, in collaborazione con Ases, il progetto a valenza internazionale “Interventi a sostegno dei bambini malnutriti ed ai bambini a rischio di sieropositività residenti
nella Provincia di Maputo, località di Xinavane – MOZAMBICO” – Ente, Fondazione Cariverona
Il progetto F.a.r.e (Formazione, Autismo, Rafforzamento dell’Empowerment) in collaborazione con l’Università “Campus Biomedico”) – Ente, Fondazione Carilo.
Abbiamo inoltre collaborato fattivamente alla presentazione del progetto europeo “Salute e Benessere” in collaborazione con le Facoltà di Agraria e Medicina dell’Università Politecnica delle Marche.
Nel campo della prevenzione nel mese di Gennaio presso il Centro Sociale di Lucrezia (Pu) abbiamo sviluppato una iniziativa sul tema della nutrizione e della perdita di memoria negli anziani; nel mese di Febbraio abbiamo organizzato, in collaborazione del comune di Mondolfo “Psicologia e Salute: Genitori non si nasce, si diventa”, un ciclo di quattro incontri con Psicologo, Nutrizionista, Neurologo.
Stiamo organizzando con un importante Tour Operator, un pacchetto turistico comprendente oltre al soggiorno nella nostra regione, anche check up, prestazioni sanitarie e socio-sanitarie. Pur non essendo prettamente nella mission di Sanidoc, questa è una idea che mettiamo a disposizione della rete sanitaria nostra associata.
Anche per il 2016 Sanidoc si è iscritta alle liste dei beneficiari del 5 x mille.

SaniDOC
Via Umani 1/a
60131 Ancona
Tel/Fax 071 9947510/11 N. Verde 800-912294
info@sanidoc.it – www.sanidoc.it






SANIDOC
Sede Amministrativa: Via Umani 1/a - 60131 Ancona
tel: 071-28.60.81 - email: info@sanidoc.it
C. Fisc. e P. IVA: 02387930429 - Tutti i diritti riservati - Privacy policy
Informativa utilizzo cookies
Powered by CNA Informatica